27 marzo 2018

Colomba veloce



La colomba di pasqua fatta in casa non ha nulla da invidiare a quella acquistata per bontà e sofficità. Non ho seguito il classico e lungo procedimento con tre impasti e le rispettive tre lievitazioni. Ho seguito la ricetta di Chiarapassion alla quale ho sostituito l'acqua con il latte e sono veramente rimasta soddisfatta! Credo che sia una colomba alla portata di tutti e che proprio perché fatta in casa dia molta più soddisfazione: il sapore è più genuino di quelle industriali e la preparazione è molto più economica di una colomba artigianale acquistata in pasticceria: insomma, ci sono tanti buoni motivi per provarla! La preparazione in sé non è difficile, richiede solo un po' di pazienza per i tempi di lievitazione!


Ingredienti (per uno stampo da 1 kg)
Per l'impasto
500 g di farina di Manitoba
100 g di zucchero 
150 g di latte intero (o acqua)
100 g di burro
5 g di sale
15 g di lievito di birra
2 uova a temperatura ambiente
1 tuorlo a temperatura ambiente

una bacca di vaniglia (i semi) o 2 bustine di vanillina

scorza grattugiata di 2 limoni bio/non trattati (o di 1 limone + 1 arancia bio)
Per la glassa
40 g di farina di mandorle
10 g di amido di mais/maizena
100 g di zucchero 
1 albume
zucchero a velo q. b.
zucchero in granella q. b.
mandorle pelate per decorare q. b.

Procedimento (tempo complessivo 5 ore circa)
In una ciotola larga disponete la farina a fontana con il sale, mettete al centro il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero, il burro a pezzetti, le uova e il tuorlo, la scorza grattugiata di agrumi e la vaniglia.

Riscaldate leggermente il latte e versatene metà nella ciotola.
Iniziate a impastare con le fruste (quelle a gancio a uncino; se avete la planetaria utilizzate il gancio a foglia) e in seguito, dopo aver mescolato un po', aggiungete il restante latte. Impastate fino ad avere un impasto amalgamato.
Poi trasferite su un piano da lavoro e iniziate a impastare a mano per circa 10 minuti, finché non otterrete un impasto elastico. Ogni tanto sbattete con forza l'impasto sul piano per attivarne il glutine.


A questo punto facciamo lievitare: mettete l'impasto in una ciotola oliata e coperta con pellicola alimentare fino a quando non triplica.
Per aiutare la lievitazione mettetelo nel forno preriscaldato a 50° e poi spento con luce accesa: ci vorranno circa 2 ore.


Trascorso il tempo sgonfiate l'impasto e spostatelo su un piano di lavoro. Adesso "incartate" l'impasto: arrotolatelo su se stesso, ruotatelo di 90° e arrotolatelo nuovamente su se stesso.
(Se volete arricchire l'impasto dovete farlo a questo punto: potete mettere dei canditi che renderanno l'impasto più umido e morbido, oppure le gocce di cioccolato.)


Dividete in 2 pezzi uguali ed arrotolate entrambi nuovamente come fatto sopra. Con questi pezzi formerete le ali e il corpo della colomba.
Allungate le ali dategli la forma a ferro di cavallo e posizionatele nello stampo, prendete il corpo allungatelo un po’, sagomate la testa e sistematelo sopra le ali.
Fate lievitare fino a quando non raggiunge il bordo dello stampo coprendo con pellicola, ci possono volere dalle 2 alle 4 ore, dipende dalla temperatura esterna: io l'ho messo in forno come prima e ho impiegato 2 ore.

Quando manca mezz'ora alla fine della lievitazione, preparate la glassa: in una ciotola unite l'albume con la farina di mandorle, l'amido di mais e lo zucchero, mescolando bene con una frusta a mano.
Spennellate delicatamente la glassa sulla colomba, cospargete con zucchero in granella, qualche mandorla e spolverate con abbondantemente zucchero a velo.


Cottura: mettete lo stampo sulla leccarda del forno o su una teglia in modo che se in cottura cola un po' di glassa non sporcherete niente. Fate cuocere in forno preriscaldato a 185°C per circa 40 minuti nella parte bassa del forno.
A fine cottura fate la prova stecchino ma consiglio di non aspettare che si dori troppo la superficie altrimenti si asciuga troppo. Se dopo 35 minuti si colora troppo coprite con un foglio di alluminio. Trascorso il tempo di cottura, togliete a colomba dal forno e lasciatela raffreddare prima di tagliarla.

Conservazione: la colomba si conserva in un sacchetto per alimenti ben chiuso o completamente avvolta nella pellicola alimentare.
Dopo due giorni, non avendo conservanti, tende a seccarsi un pochino, ma è ottima comunque se inzuppata o tostata e ricoperta di confettura; oppure può costituire la base per un tiramisù o una tortina farcita a vostro piacimento.



Se provate questa ricetta, taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate!
Vi inserirò nelle Stories di Instagram e nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.
Alla prossima ricetta! :-)

Nessun commento:

Posta un commento