Cerca nel blog

17 marzo 2016

Pasta frolla


Ciao a tutti, dopo averla usata più volte per creare crostate o crostatine, ho pensato di pubblicare la ricetta che uso abitualmente per fare la pasta frolla perché da quando ho scoperto questa versione non l'ho più mollata! E' perfetta per creare delle crostate da farcire, ma secondo me è molto buona anche da sola, per preparare dei biscotti, magari aggiungendo un po' di zucchero e burro all'impasto.
In realtà avevo già scritto la preparazione di questa pasta frolla in alcune ricette, ma ho deciso di pubblicarla "da sola" per darle più visibilità, visto che molte mie amiche spesso mi chiedono come fare la pasta frolla, e questa è davvero tanto buona, croccante e allo stesso tempo friabile, e dolce al punto giusto, non troppo anche perché la crostata viene poi farcita con un ripieno dolce, insomma: merita proprio di esser provata, per me è la pasta frolla perfetta!
La sua preparazione è davvero semplice! Ogni volta che la faccio arriva quel momento in cui l'impasto sembra non legare, ma poi, continuando a impastare, avviene la magia e si forma una palla perfetta pronta per esser spianata e farcita con ciò che più ci piace!



Ingredienti *(vedi note sotto)
Per uno stampo da 24 cm di diametro 
300 g di farina 00
100 g di zucchero bianco **(vedi note sotto)
100 g di burro  
1 uovo + 1 tuorlo 
1/2 cucchiaino di lievito per dolci 
la scorza di mezzo limone e/o vaniglia ***(vedi note sotto)

Per uno stampo da 18/20 cm di diametro
180 g di farina 00
50 g di zucchero bianco** (vedi note sotto)
40 g di burro
1 uovo
una punta di cucchiaino di lievito per dolci
la scorza di mezzo limone e/o vaniglia*** (vedi note sotto)


Note
Se fate dei biscotti, utilizzate la dose per la torta da 24 cm di diametro, e aumentate il burro a 150 g e facoltativamente lo zucchero a 125 g.

*Vi do le dosi per due tipi di teglie: quella da 24 cm di diametro e una più piccola: può essere che per un diametro da 18 cm vi avanzi un pochino di impasto, se non avete uno stampo per crostate con i bordi sagomati da 18 cm potete usare una classica tortiera piccola oppure gli stampi di alluminio usa e getta (tipo quelli della Cuki) che sono di 20 cm di diametro.
In ogni caso l'impasto più grande potrebbe servirvi anche per una teglia più piccola, se volete creare la calssica griglia o delle formine da mettere sopra il ripieno.

**Lo zucchero: se volete una pasta frolla più dorata e "aromatica", potete sostituire lo zucchero bianco con quello di canna, oppure fare metà e metà.
Se utilizzate lo zucchero a velo (sia bianco che di canna) la frolla verrà meno grumosa e più compatta.
Tutto dipende da come volete farcire il vostro guscio di frolla!

***Come aroma consiglio di usare sempre un cucchiaino di miele di acacia che dona quel tocco speciale in più all'impasto, rendendolo anche più ambrato in cottura.

Inoltre non può mancare la scorza o mezza fialetta di aroma di limone, che smorza il sapore dell'uovo ed è perfetto se intendete farcire la crostata con della frutta, con della crema o con della marmellata; se invece la farcite con del cioccolato, per mio gusto personale, consiglio di usare mezza stecca di vaniglia o l'estratto di vaniglia (mezza fialetta o una bustina) oppure l'aroma di arancia. Se vi piace una frolla particolarmente profumata potete usare sia vaniglia che limone, oltre al miele.


Procedimento 
Preparazione
In una ciotola larga o sul piano da lavoro di marmo o alluminio (ben disinfettato) disponete la farina sui bordi e nel centro le uova, lo zucchero, il burro tagliato a pezzetti e la scorza del limone e/o la vaniglia. Setacciate il lievito giro giro sopra la farina con un colino. Lavorate velocemente l'impasto con la punta delle dita (o una forchetta), iniziando a mescolare le uova con lo zucchero e il burro, e incorporando a poco a poco la farina fino a quando si forma un impasto compatto*. Se vedete che è troppo asciutta aggiungete un cucchiaino di acqua, se invece è troppo umida aggiungete della farina a poco a poco.
*Nel caso in cui prepariate l'impasto per una teglia da 18/20 cm potrebbe rivelarsi necessario aggiungere, sempre a poco a poco, un velo di farina mentre si impasta la massa.
Avvolgete la palla di pasta nella pellicola trasparente, schiacciatela un po' sulla superficie e lasciatela risposare in frigorifero per almeno mezz'ora.
Nel frattempo accendete il forno a 180°.
Trascorsi i 30 minuti, stendete la pasta frolla su un foglio di carta da forno con il mattarello infarinato fino a che non raggiunge uno spessore di circa 7/8 mm (se utilizzate degli stampi per crostatine assottigliate lo spessore fino 5 mm) 
e adagiatela sullo stampo apposito per crostate (di cui avrete facoltativamente ricoperto il fondo con carta da forno). Bucherellate la base con una forchetta e tagliate l'eccesso di pasta dai bordi.


Cottura
Ricoprite la base con un foglio di carta da forno e dei legumi secchi che servono per non far gonfiare l'impasto in cottura (la carta da forno tra l'impasto e i legumi è importante sennò i legumi affonderanno nell'impasto come i chicchi di un melograno, come è capitato a me la prima volta :'D).
Se farcite la crostata con un ripieno che non ha bisogno di cottura (marmellata o ganache di cioccolato...) precuocete per 15 minuti; trascorso il quarto d'ora togliete la carta e i legumi secchi dalla base, disponetevi sopra il ripieno prescelto e infornate nuovamente per 20/25 minuti**.
**Se preparate delle crostatine non occorrerà precuocere l'impasto, ma basteranno 15/20 minuti di cottura complessiva.
Se invece farcite la crostata con un ripieno che ha bisogno di cuocere anch'esso (delle mele a fettine, panna cotta...) o non avete voglia di fare la doppia cottura, allora infornate tutto insieme e fate cuocere per 35 minuti complessivi, coprendo con della carta stagnola la superficie nel caso si scurisse troppo.

 


Di seguito vi elenco alcune ricette in cui ho usato questa pasta frolla (cliccandovi vi si aprirà direttamente il link alle ricette). Troverete tutte le ricette nell'Elenco.





Se provate questa o un'altra mia ricetta taggatemi su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog,
oppure pubblicate la foto sulla pagina fb  o inviatemela via mail a fradafne@gmail.com.

Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.
Alla prossima ricetta! :-*
 

Nessun commento:

Posta un commento